Messaggio di Benvenuto 

Quale messaggio di benvenuto permettetemi di condividere alcune domande, le domande che hanno definitivamente ispirato la nascita di questo sito. Si perché a noi non interessa tanto dare risposte e non interessa “trovare” soluzioni, quanto desideriamo piuttosto non smettere mai di ricercare continuamente, con l’unica certezza che quando si presume, o si decide, di aver “trovato” si sono anche stabiliti i limiti del proprio potere e del proprio - non piú libero - arbitrio.

Ci piace navigare le contraddizioni, i paradossi, confrontare le possibili vie a quesiti sempre nuovi, mantenendo il fuoco sul rapporto tra vita quotidiana, realtá interiore, esplorazione e spiritualitá.

E ad ogni passo ci chiediamo... “E quindi?”, piú e piú volte.

E quindi? E allora? Cosa mi cambia sapere questo? Come mi cambia il vivere questo? Come cambio io? Come cambia la mia vita? Il mio rapporto con le cose, con gli altri, con gli avvenimenti, come cambia? Come si rinnova?

Cosa significa questo? Cosa faccio quindi?

Con tutte le conferenze ascoltate, corsi fatti, libri letti, viaggi ed esperienze, che cosa abbiamo imparato veramente?

Spalanchiamola questa benedetta porta, non limitiamoci a descriverne l’intarsio, le decorazioni, la maniglia, i cardini... Certo forse cosí abbiamo almeno scoperto che é una porta... Quindi? Vogliamo continuare a parlare di quelli che tanto tempo fa l’hanno costruita ed attraversata? Dei perché e dei percome? O vogliamo parlare di noi? Vogliamo FARE noi, in prima persona? Qual é il senso spirituale? Cos’é “spirituale”?

Forse possiamo cominciare a sbirciare dal buco della serratura, l’unica cosa che di solito si trascura perché... non c’é... é un buco!

Forse abbiamo capito che la realtá, questa realtá, non é tutta la realtá. Anzi, forse non é neppure realta’. Bene. E quindi?

Partecipiamo di una origine e di una natura cosmica, sia in senso fisico (stellare) sia in senso spirituale (trascendente), quindi multidimensionale e multidirezionale, eterna ed onnipresente. Bene. E poi?

Che tutto é Uno. Quindi?

Siamo in questa realtá come naturale processo evolutivo per sviluppare un aspetto della Coscienza, oppure siamo naufraghi in una illusione restrittiva? O forse entrambe le cose?

La cultura, l’arte, la scienza, la Gnosi... cosa é indispensabile? E cosa é fuorviante? O forse una stessa cosa puó essere sia utile sia deleteria? Quando? Perché?

Come e quanto gioca l’Ego?

Come c’entra la Magia con la spiritualitá?

Quella porta é dentro di noi.

Andiamo ad aprirla...

 Carlo Dorofatti

 

 


    
    

Cerca nel sito