Prana

Il termine Prana, in sanscrito, significa letteralmente soffio vitale, respiro o energia cosmica.

Secondo la fisiologia induista, tutti gli esseri viventi attraverso la respirazione creano un interscambio tra il mondo esterno e quello interno, individuale. Tale comunicazione, che avviene attraverso il Prana, è una comunione tra un essere e l'ambiente che lo circonda: grazie alla respirazione si assimila energia vitale.

Per alcune culture asiatiche il respiro assume un ruolo fondamentale: respirare in modo adeguato, potenzia gli effetti terapeutici e armonizzanti dell'energia cosmica contenuta nell'aria. Il Prana raccolto all'atto del respiro, viene assimilato dai Chakra, attraverso i canali di scorrimento delle energie detti Nadi.

Ognuno puo’ attivare la propria naturale falcolta’ di divenire una “canale” in modo tale da lasciar fluire il Prana verso altre persone, al fine di ristabilire e favorie il mantenimento del giusto equilibrio, agendo sulle cause sottili ed originali che governano le dinamiche vitali di ogni essere vivente.

Questa facolta’ puo’ essere gestita istintivamente, oppure educata in maniera piu’ precisa attraverso specifici percorsi di preparazione, grazie ai quali si possono approfondire le tecniche di trattamento e di scaricamento personale.

Torna al Glossario


    
    

Cerca nel sito